sabato 20 aprile 2013

Asen

Sul 1° tiro

Giancarlo sul 1° tiro

Giancarlo sul 2° tiro

Sul 3° tiro

Tracciato della via
Antimedale
Parete SE


Come ci eravamo promessi un paio di settimane fa, eccoci a dare un'occhiata a questa via, aperta di recente nella zona dell'Antimedale dove si trovano Apache, Sentieri selvaggi e Sogni proibiti e che contribuirà certamente ad una maggiore frequentazione di questo settore, oggi un po' trascurato a vantaggio delle vie più "classiche". Sembrava impossibile che in Antimedale ci fosse ancora spazio per qualcosa di nuovo, e invece... gli apritori (qui la relazione originale) hanno fatto un ottimo lavoro, scovando un bel percorso appena lambito dalla vegetazione e posizionando una catena sulla cengia di accesso dove prima si ravanava su terreno friabile. Peccato solo per la quasi-inevitabile coda sui due tiri iniziali della via degli Istruttori.
Accesso: da Lecco si segue la vecchia strada per Ballabio e la Valsassina (SP62) per prendere a sinistra via Quarto all'altezza di un tornante verso destra. Al successivo slargo si sale per una ripida strada fino ad un tornante verso sinistra dove si parcheggia (sempre che si trovi posto; poco più avanti la strada è sbarrata). Si prosegue a piedi e, al successivo tornante, si prende il sentiero sulla sinistra, seguendo poi le indicazioni Antimedale e Ferrata Medale. Il sentiero sale ad aggirare due reti paramassi ed esce dal bosco in corrispondenza del canale di sfasciumi dell'Antimedale. Qui si lascia il sentiero (che conduce alla ferrata del Medale) e si segue la traccia in salita che conduce alla parete all'attacco della via Istruttori (scritta).
Relazione: via di tre tiri (più i primi due degli Istruttori per giungere all'attacco) su placche e fessure, in "stile Antimedale", ben protetta nei passi più impegnativi e un solo tratto non protetto nel secondo tiro, dove nel caso ci sono ottime fessure per friend (io ho usato un C0.75). Roccia ottima nei primi due tiri e discreta nell'ultimo, dove è necessario fare attenzione a dei blocchi dall'apparenza poco rassicurante - anche perché la sosta è dritta sotto di voi. Tutte le soste sono attrezzate con due spit, cordone e maglia-rapida.
1° tiro (via degli Istruttori): salire per placca e muretti fino alla prima sosta, ignorarla e avanzare ancora qualche metro fino ad una seconda sosta; 40m, 3a, 2 fittoni, 1 sosta.
2° tiro (via degli Istruttori): salire dritti sopra la sosta (più facile) oppure un poco sulla destra proseguendo poi per rocce facili fino al terrazzo di sosta; conviene usare quella di Stelle cadenti pochi metri più a destra; 30m, 4a, 4 fittoni.
Da qui attraversare verso destra fino a rinvenire il capo della catena da seguire. Se non si procede in conserva è possibile allestire una comoda sosta su uno spit dopo 60m, al cospetto di Sentieri selvaggi. Da qui si segue ancora la catena verso destra fino al suo termine.
1° tiro: salire l'evidente placca verso destra fino ad un primo terrazzino, superare un bel saltino con fessura e placca e proseguire fino alla sosta sotto un muro verticale; 50m, 6a, 6 spit, 4 chiodi, 1 cordino in clessidra.
2° tiro: a sinistra della sosta a raggiungere il cordone (meglio non rinviare il chiodo per via dell'attrito, anche se il tiro è corto) e lo spit. Da qui io ho tentato di salire dritto, ma credo sia più saggio spostarsi mezzo metro a sinistra, salire con l'aiuto di una buona presa e traversare subito a destra verso il chiodo con cordone. Si risale poi per belle fessure, spostandosi infine a destra per giungere poco dopo alla sosta; 30m, 6a+, V+, 3 spit, 2 cordoni in clessidra, 1 chiodo con cordino.
3° tiro: ancora dritti sopra la sosta per fessura, poi salire un diedro fino ad un breve strapiombo che porta a rocce più facili e alla (scomoda) catena di sosta; 35m, V, 4 spit, 3 chiodi.
Discesa: salire una decina di metri per rocce rotte fino ad incrociare una traccia di sentiero che si segue verso sinistra (ometti) fino ad un breve tratto attrezzato oltre il quale si scende per giungere al sentiero "canonico" di discesa delle vie dell'Antimedale. Fare attenzione ai sassi!

Nessun commento:

Posta un commento