sabato 5 dicembre 2015

Torta morbida di cioccolato e castagne

È tempo di castagne! Cioè, siamo già abbondantemente oltre, ma dovete fare la tara all'endemico ritardo che affligge i miei già sporadici aggiornamenti. E visto che le mie preferenze dolciarie virano inesorabilmente verso il cioccolato, cosa meglio dell'unione di questi ingredienti per riprendere dimestichezza dopo un po' di tempo? Qui parliamo di una torta morbida, anche se a livello teorico non ho ben capito cosa determini la morbidezza di una base, se la proporzione di uova e zucchero, il modo in cui sono aggiunti gli ingredienti o tutto insieme. Ma non importa; alla fine basta seguire la ricetta! Preparazione banalissima come sempre, ma risultato assicurato.

Ingredienti:
  • castagne: 300-350 g
  • cioccolato fondente: 350 g
  • zucchero: 310 g
  • burro: 180 g
  • farina: 40 g + infarinatura stampo
  • uova: 5
  • aroma di vaniglia (fialetta)
  • sale
Preparazione:
  • togliete la buccia alle castagne, quindi immergetele in acqua bollente per togliere la pellicina;
  • Lessate le castagne per 45' in un pentolino con acqua, la fialetta di vaniglia, un pizzico di sale e 150 g di zucchero. Al termine, lasciate raffreddare. Non mettete troppa acqua una volta che le castagne sono coperte, in modo che si formi uno sciroppo non troppo liquido (Fig. 1);
  • Sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente spezzettato con l'aggiunta di 160 g di burro e altrettanti di zucchero. Lasciate poi raffreddare l'impasto mescolandolo ben bene;
  • rompete le uova e separate tuorli ed albumi. Unite i tuorli e 40 g di farina all'impasto e mescolate;
  • Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale ed uniteli all'impasto, amalgamandoli per bene;
  • Imburrate e infarinate lo stampo o rivestitelo di carta da forno, o fate entrambe le cose come me, e versatevi l'impasto. Quindi pescate le castagne dallo sciroppo, sgocciolatele (ma non troppo) ed infilatele nell'impasto (Fig. 2)
  • Cuocete in forno a 180° per 45' circa e fate raffreddare (Fig. 3)
Le castagne fanno un bel contrasto con la morbidezza dell'impasto ed il risultato è assai piacevole, anche se nel mio caso sono risultate un poco durette. Può essere che questo sia dovuto al fatto che le avevo lasciate ad aspettare un poco prima di utilizzarle in questo dolce. La prossima volta aumenterò un poco il tempo di lessatura e riferirò...

Nota: fuori stagione è possibile utilizzare castagne secche. Io ho provato con quelle morbide (non avevo tempo di lasciar rinvenire le altre in acqua) ed il risultato non è stato così diverso rispetto all'uso di castagne fresche. Servono però due accorgimenti: le castagne secche perdono peso, quindi direi di utilizzarne circa 150-200 g. Inoltre, non serve lessarle a lungo. Io ho preparato lo sciroppo alla vaniglia lasciandolo restringere e vi ho immerso le castagne per una decina di minuti circa.

Nessun commento:

Posta un commento