lunedì 25 agosto 2014

Avenida Miraflores

Sul 3° tiro.
Giancarlo e Massimiliano sul 3° tiro.
Tracciato della via (arancione). In rosso la via
Gli antichi futuri.
Zucco Barbisino
Parete S


Anche in quest'agosto piovoso non può mancare una visita al gruppo dei Campelli, meglio se rivolto verso le pareti S nella speranza d'intercettare qualche vago raggio di sole. L'abbondante acqua caduta il giorno precedente ci fa optare per una via tendenzialmente asciutta, allontanandoci dalle colate d'acqua della Rampini; ci portiamo pertanto presso gli invitanti fittoni di questa via, che abbiamo percorso fino alla cengia mediana. La via prosegue poi per altri due tiri, ma le loro condizioni ci hanno sconsigliato di percorrerli.
Accesso: raggiungere i pressi del rif. Lecco dalla funivia dei Piani di Bobbio o da Ceresole di Valtorta e da qui risalire il lato sinistro del Vallone dei Camosci lungo la pista da sci o lungo il percorso dello skilift alla sua sinistra. Giunti all'altezza del capanno dove termina lo skilift si sale direttamente per prati verso la parete del Barbisino, puntando all'evidente camino dove sale la via Gli antichi futuri. Pochi metri a sinistra c'è uno spiazzo erboso dove parte la via (fittoni visibili). Dal capanno si può anche seguire l'evidente sentiero che sale verso sinistra e deviare poi in orizzontale verso destra per prati all'altezza della parete, fino a giungere all'attacco.
Relazione: via di carattere moderno che sale il pilastro di sinistra del camino degli Antichi futuri, ben protetta a fittoni tranne un tratto più facile nel 2° tiro dove la distanza aumenta un poco e che ovviamente era un po' bagnato (la solita fortuna!). Sarà la forma che manca, sarà il freddo, sarà qualche breve tratto bagnato, ma l'arrampicata mi è parsa ben sostenuta. Inutili le protezioni veloci; portare solo un decina di rinvii. Tutte le soste sono attrezzate con due fittoni, catena ed anello di calata.
1° tiro: salire verso una spaccatura obliqua, superare uno strapiombino sul lato sinistro, traversare un poco a destra e superare un muretto verticale oltre il quale finiscono le difficoltà; 20m, 6a; 9 fittoni, 1 chiodo.
2° tiro: superare il breve strapiombo appena a destra della sosta, poi salire il muretto lievemente a sinistra fino ad una cengia. Ci si sposta sul filo dello spigolo e si risale brevemente, per poi tornare verso sinistra e salire alla sosta; 25m, 6b; 10 fittoni + 2 spit vecchi sostanzialmente inutili.
3° tiro: traversare il canale verso destra, superare un paio di muretti intervallati da erba e salire per una placchetta e roccia più lavorata fino alla sosta; 30m, 5c; 11 fittoni, 1 fix.
Discesa: in doppia sulla via oppure per comodo sentiero. In questo caso seguire la taccia verso sinistra (viso a monte) e raggiungere la sella donde si scende ancora a sinistra per il sentiero di salita.

Nessun commento:

Posta un commento